Perché rivolgersi ad Azione Counseling

 Counseling: una parola ancora poco nota nel nostro paese, ma una professione molto diffusa in altri.

Perché cercare un counselor?

Non conosco nessuno a cui non sia mai capitato di attraversare periodi di difficoltà, di ansia, di tensione, di scoramento; di sentire il bisogno di fare il punto sulla propria vita per ripartire, magari superando modalità di relazione tanto ripetitive quanto insoddisfacenti.

In verità siamo tutti piuttosto esposti e fragili, anche quanto ci sentiamo forti nelle nostre sicurezze.

Le condizioni sociali in cui viviamo spesso non favoriscono la comunicazione e le relazioni autentiche, al contrario spingono al giudizio, alla competizione, inducono ad una velocità e ad un isolamento che non aiutano né a stare con se stessi né con gli altri.

I motivi di spaesamento possono essere tanti: solitudine, difficoltà di coppia, problemi di relazione con i figli, passaggio ad un altro corso di studi, difficoltà nella ricerca di lavoro, un brusco cambiamento nella vita, un lutto, un  brutto colpo, ecc.

Per tutti questi aspetti, e per altri ancora, è possibile rivolgersi ad Azione Counseling, per trovare supporto alla propria ricerca di soluzione.

Se vado dal counselor vuol dire che sono malato?

Il counselor è un professionista del benessere e non è un operatore sanitario. Non occorre avere una patologia psicologica per rivolgersi a questa figura. Tutti abbiamo desiderio e interesse a stare meglio di come ci sentiamo e vorremmo realizzare le nostre potenzialità. Tutti abbiamo diritto, come direbbe il famoso pedagogista brasiliano Paulo Freire, ad “essere di più”. 

E’ un gesto di salute cercare di conoscersi meglio, decidere di guardarsi dentro per migliorare le proprie capacità di incontro, dialogo, relazione, decisione, scelta, guadagno. Provare maggiore piacere e soddisfazione nella nostra vita è un atto di promozione della salute, per noi e per chi ci sta vicino.

Cosa fa il counselor?

Lo strumento più “semplice” e potente è l’ascolto. Nel darci attenzione attiva il counselor facilita il nostro stesso ascolto. Non è lui che prenderà decisioni al nostro posto o interpreterà i nostri problemi. Il suo starci a fianco, il suo accompagnarci, anche proponendo alcune tecniche di lavoro, favorisce la creatività necessaria a trovare soluzioni personali ai propri bisogni. 

Esistono approcci e tecniche diverse riconducibili, in genere, al filone della psicologia umanistica.

Secondo Carl Rogers, tre condizioni sono necessarie e sufficienti, a svolgere un buon lavoro: l’autenticità, l’empatia, l’accettazione.

Azione Counseling si rifà all’approccio umanistico integrato che utilizza tecniche riconducibili a diverse teorie quali l’approccio centrato sul cliente, la gestalt, l’analisi transazionale, la PNL, la sociologia, l’intervento psico educativo, ecc.

Cosa propone Azione Counseling?

Un percorso individuale si svolge tramite una serie di colloqui dedicati, muovendo dalla messa a fuoco del tema o problema su cui lavorare, all’analisi delle risorse, fino alla soluzione. 

Lo strumento del gruppo può essere di grande utilità per la crescita personale, anche nella forma dei laboratori esperienziali.

 

 

 

 

In particolare Azione Counseling pone attenzione agli aspetti creativi ed espressivi

attraverso gli strumenti dell’art counseling. 

 

 

 

 

 

 

Propone poi esperienze di contatto con la natura e in particolare, unica nel panorama attuale, la risalita di torrenti, come strumento di benessere, di incontro, attivazione ed elaborazione delle tante metafore che l’acqua porta con sé.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’orientamento, il coaching per il lavoro e il bilancio di competenze sono un’altra specializzazione di Azione Counseling

 

L’elaborazione di un progetto personale o di un progetto d’impresa, l’analisi della comunicazione di sé e del proprio personal branding si aggiungono alle proposte di Azione Counseling.

Azione Counseling per gruppi di lavoro e organizzazioni 

Con il bagaglio di una lunga esperienza a contatto con pubblici diversi, Azione Counseling si propone per supervisioni a gruppi di lavoro socio educativo, per interventi sul gruppo in base alle necessità formative e ai problemi in corso, per azioni di team building, per ricerche intervento e analisi del contesto lavorativo e organizzativo.

 

 

 

 

 

Azione Counseling per la scuola

La figura del Counselor è utilizzata in ambito scolastico per colloqui individuali e per interventi su gruppi di studenti